Felice Giani a Faenza

Felice Giani a Faenza

11 Ottobre 2023

Proseguono gli eventi di approfondimento che celebrano Felice Giani in occasione del bicentenario della morte dell’artista. Il 12 ottobre si svolgerà a Faenza la seconda di due giornate di studio organizzate per indagare l’attività dell’artista in rapporto ai suoi contemporanei e alla cultura neoclassica.

 

L’ABI passa idealmente il testimone a Palazzo Milzetti – Museo Nazionale dell’età neoclassica in Romagna dopo l’incontro, promosso nell’ambito delle iniziative di è cultura!, che si è svolto il 10 ottobre alle Scuderie di Palazzo Altieri a Roma. Continuano così gli approfondimenti dedicati a questo grande artista del Settecento poco conosciuto dal grande pubblico perché, come ha ricordato Anna Ottani Cavina nel suo intervento a palazzo Altieri, non ha quasi mai dipinto quadri da cavalletto e quindi non è stato possibile dedicargli grandi mostre. La sua specialità e anche la sua grandezza si sono esercitate soprattutto nelle decorazioni dei palazzi delle famiglie che stavano facendo l’ascesa sociale durante il periodo napoleonico e che, quindi, avevano bisogno di dotare le loro abitazioni di un nuovo fasto improntato al gusto del tempo. Di questo Giani fu un interprete eccezionale, riuscendo però anche ad aggiungere una impronta totalmente originale che travalica la cultura razionale neoclassica, inoltrandosi verso l’inclinazione più sentimentale del Romanticismo.

Se Palazzo Altieri, nell’ultimo decennio del Settecento, è il primo cantiere in cui si sperimenta come protagonista della decorazione di ambienti a fianco di altri importanti artisti del momento, scavallando nel secolo successivo, è proprio a Palazzo Milzetti che dà prova della maturità dei suoi mezzi e di essere in grado di concepire l’intero programma decorativo che tiene insieme la pittura, gli stucchi, gli arredi e perfino il ridisegno degli spazi architettonici.

Per questo, per la ricorrenza del secondo centenario della sua scomparsa e anche dei cinquant’anni dell’acquisizione del palazzo da parte dello Stato, sono state previste dalla Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna, sede di Palazzo Milzetti, con la collaborazione dell’Università degli Studi di Bologna, Dipartimento delle Arti, due giornate di studio dedicate a Felice Giani, alla storia del palazzo e il parallelo con altri protagonisti della medesima temperie artistica e culturale.

Il 12 ottobre, dalle ore 10,00 alle ore 17,00, nella sala di Achille a Palazzo Milzetti – Museo Nazionale dell’età neoclassica in Romagna si terrà il secondo dei due appuntamenti curati da Elena Rossoni, direttrice del museo, e dalla docente di storia dell’arte Irene Graziani.

Questo secondo incontro verterà principalmente sul contestualizzare la figura di Giani nel quadro del Neoclassicismo italiano ed internazionale. Gli interventi, preceduti dalla relazione della prof.ssa Anna Ottani Cavina, emerita studiosa di Felice Giani, analizzeranno i rapporti con la scena romana e quella dell’Emilia Romagna, in particolare quella bolognese; gli scambi e le influenze o il confronto con artisti come l’inglese John Flaxman, Antonio Canova e Antonio Zucchi; il rapporto con la scultura soprattutto in area emiliano-romagnola e la sua eredità rispetto all’Ottocento faentino e alla produzione locale di ceramica neoclassica.

Ingresso con biglietto del museo. Si consiglia la prenotazione scrivendo a

[email protected] o telefonando a 0546 26493.

 

Leggi altre news simili

I maestri dell’impressionismo in un’imperdibile mostra a Milano

I maestri dell’impressionismo in un’imperdibile mostra a Milano

17 Aprile 2024
L’incanto della conoscenza di un altro Ulisse

L’incanto della conoscenza di un altro Ulisse

15 Aprile 2024
I divi piangono lacrime lucenti

I divi piangono lacrime lucenti

9 Aprile 2024