L’avventura dell’economia, una storia che ci proietta nel futuro

L’avventura dell’economia, una storia che ci proietta nel futuro

17 Gennaio 2024

È on line il sito del futuro Museo della Moneta della Banca d’Italia che sarà inaugurato il prossimo anno. Nell’attesa, a Palazzo delle Esposizioni a Roma è possibile visitare la mostra immersiva “L’avventura della moneta”, che anticipa una parte dell’esperienza multimediale del nuovo museo.

Bisognerà attendere il 2025 per visitare la sede fisica principale del MUDEM, il Museo della Moneta di Banca d’Italia, che sarà alloggiata a Villa Huffer, su via Nazionale a Roma, a pochi metri di distanza da Palazzo Koch, lo storico edificio dell’istituto finanziario centrale. Ospiterà un’esposizione multimediale suddivisa in tre percorsi, l’Avventura della Moneta, l’Avventura degli Italiani e l’Avventura dell’Oro, che raccontano la storia della moneta e degli strumenti di pagamento. Saranno esposti qui anche i pezzi più importanti della collezione della banca e sarà possibile partecipare a iniziative educative e approfondimenti. Inoltre, nei lavori di restauro sono state recuperate anche le decorazioni murali di Giacomo Balla per la sala del Bal Tic Tac, il primo locale da ballo futurista che funzionò qui tra il 1921 e il 1923.  Un luogo, quindi, unico nel panorama internazionale delle banche centrali, pensato per un pubblico di tutte le età, e i cui contenuti, grazie alla tecnologia e all’informatica museale, si animeranno combinando la narrazione storica dell’economia con l’educazione finanziaria e i beni artistici e culturali. Da qui le attività del MUDEM proseguiranno in altri due spazi espositivi. Presso i locali di Palazzo Koch sarà allestita un’esposizione permanente della raccolta numismatica della Banca d’Italia, mentre parte della vasta collezione delle banconote italiane emesse dall’Unità d’Italia in poi e di macchinari di stampa sarà visitabile nello stabilimento di via Tuscolana a Roma, che ancora oggi produce le banconote in euro. Tutte le informazioni su questo nuovo progetto museale, i suoi spazi, i suoi obiettivi e gli aggiornamenti sugli eventi che saranno organizzati in vista dell’avvicinamento dell’apertura del 2025 sono disponibili all’indirizzo https://www.mudem.it/, il nuovo sito che la Banca d’Italia ha lanciato a dicembre 2023.

Un primo importante appuntamento è già in corso nell’edificio di Palazzo delle Esposizioni, prospiciente proprio Villa Huffer su via Milano. È una vera prova generale di uno dei tre percorsi immersivi, L’Avventura della Moneta, ideato da Paco Lanciano e Giovanna Carrada e visitabile fino al 28 aprile 2024. Pensata come una macchina del tempo, L’Avventura della Moneta accompagna il visitatore nella scoperta di come e dove sono nati i principali mezzi di pagamento, di come si sono sviluppati e come funzionano la finanza e i sistemi economici moderni e di quanto incidono nella nostra vita. Il percorso di visita è guidato da una voce narrante e si snoda attraverso nove sale con video, animazioni, istallazioni, oggetti fisici, giochi di luce.

Si parte dall’attualità e dal quotidiano: una corona del cambio di una bicicletta, un ingranaggio apparentemente di poca importanza che induce a riflettere sulla rete invisibile di collaborazioni che serve per crearlo e parallelamente su quella che si trova dietro un semplice acquisto di un qualsiasi prodotto o servizio. Da questa esperienza comune, oggi sempre più smaterializzata, si fa un salto a ritroso fino agli albori dell’umanità e dell’economia. Qui si incrocia subito una delle tappe più emozionanti della visita: una piccola tavoletta di argilla sumerica che registra un accordo per un prestito e che grazie alle tecniche di animazione è possibile leggere, per così dire, parola per parola. I segni cuneiformi del contratto rivelano che circa 5000 anni fa Aradmy prestò ad Arsiah 200 kg di orzo per il controvalore dello sfruttamento di un terreno per un anno. Non possiamo sapere altro di questi due uomini vissuti in un’epoca così lontana ma questo meccanismo economico basato su regole valide ancora oggi ce li fa sentire meno distanti. Da qui ci si traferisce in Lidia per assistere alla comparsa delle prime monete auree alla corte di re Creso nel 560 a. C.; poi nel 1300 in Toscana quando il mercante di tessuti Francesco di Marco Datini diventa il primo banchiere della storia e, nel secolo successivo, Luca Pacioli fissa nel Summa de arithmetica (stampato però a Venezia) i principi della partita doppia e quindi dei bilanci societari. Sul finire del Seicento alla Jonathan’s Coffee House di Londra si mettono le basi per la creazione delle borse valori mentre l’esplosione delle società ferroviarie a metà dell’Ottocento, secolo in cui vengono stampate le prime banconote, induce la classe media inglese a investire i propri risparmi in azioni. Una lezione importante su inflazione e deflazione viene dalla Germania a cavallo tra le due guerre mondiali e, avvicinandosi agli anni Duemila, si arriva alla nascita dell’Eurosistema e dell’euro. Oggi, che il rapporto tra moneta fisica e immateriale si è ribaltato, che i nostri pagamenti sono diventati digitali e monete e banconote tendono a scomparire, è fondamentale visualizzare il legame concreto tra i meccanismi economici, le azioni che compiamo tutti i giorni e la possibilità di realizzare i nostri progetti e i nostri desideri. Su questa riflessione si conclude il percorso della mostra, ricordando come la finanza stessa sia una sorta di dispositivo temporale che tiene insieme il passato, il presente e il futuro.

Tra divulgazione scientifica, diffusione della cultura finanziaria e storytelling immersivo, l’anteprima dell’Avventura della Moneta testimonia come Banca d’Italia interpreti il proprio ruolo di banca centrale non solo come istituto di politica monetaria e di vigilanza ma anche nell’istaurare un dialogo con i cittadini mirato a farli sentire parte attiva della vita economica del Paese.

 

 

Leggi altre news simili

I maestri dell’impressionismo in un’imperdibile mostra a Milano

I maestri dell’impressionismo in un’imperdibile mostra a Milano

17 Aprile 2024
L’incanto della conoscenza di un altro Ulisse

L’incanto della conoscenza di un altro Ulisse

15 Aprile 2024
I divi piangono lacrime lucenti

I divi piangono lacrime lucenti

9 Aprile 2024