Per la cultura del rispetto. Le banche contro la disparità di genere

Per la cultura del rispetto. Le banche contro la disparità di genere

25 Novembre 2023

Abi e Feduf, in raccordo con il Dipartimento per le Pari opportunità del Consiglio dei Ministri, promuovono il numero 1522 per le donne vittima di violenza.

Se la violenza ha tante parole e azioni, altre possono salvare. Nella consapevolezza di questo,l’Associazione bancaria italiana e la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio promuovono il 1522, il numero pubblico per le donne vittime di violenza. Lo fanno insieme, con una iniziativa dedicata, in occasione della ‘Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne’. Un impegno contro gli abusi e le disparità di genere e a supporto della autodeterminazione delle donne, che va di pari passo con quello sostenuto dal mondo bancario per favorire la cultura del rispetto tra le persone. In sinergia con gli impegni per lo sviluppo sostenibile dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite, e in raccordo con il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, promotore del servizio 1522.

 

La violenza contro le donne, anche in ambito domestico, ha diverse declinazioni che vanno da quella fisica e psicologica, a quella digitale, a quella economica. Proprio per contribuire a fare fronte al fenomeno, Abi e il Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri a ottobre hanno firmato un Protocollo di intesa per favorire tra l’altro iniziative di formazione e informazione sugli strumenti pubblici e privati disponibili per sostenere l’inclusione finanziaria e il superamento delle differenze legate al genere.

 

L’iniziativa inoltre si sviluppa sulla scia delle attività educative e divulgative che Abi e le banche realizzano anche con Feduf. Il rafforzamento della cultura finanziaria e al risparmio dei cittadini, anche attraverso il potenziamento delle competenze finanziarie, è infatti strumento a supporto del contrasto delle differenze anche di genere. 

 

‘Tu non sei sola. Se hai bisogno di aiuto, chiama subito’

L’iniziativa congiunta di Abi e Feduf pone al centro il messaggio ‘Tu non sei sola. Se hai bisogno di aiuto, chiama subito’ per promuovere consapevolezza, prevenire e contrastare la violenza contro le donne e favorire parità di genere. Con l’obiettivo di contribuire alla divulgazione del numero antiviolenza e stalking 1522.

Gli strumenti informativi dedicati al numero 1522 sono pubblicati sul sito Abi www.abi.it e di Fedufwww.feduf.it. Comprendono una locandina dedicata e una grafica per i canali online, anche social. Tutti liberamente accessibili.

 

Realizzati in versione digitale, possono essere condivisi e rilanciati sui canali disponibili, anche propri, e veicolati su siti internet e altri strumenti online. La locandina con il numero in evidenza può, inoltre, essere stampata ed esposta in filiali, uffici, sedi e locali commerciali da parte di tutti gli interessati a sostenere questo impegno per contribuire insieme alla conoscenza e diffusione, sempre più capillare, del numero antiviolenza.

 

Il numero 1522

Per ricevere supporto immediato e informazioni anche sui servizi sociali e sanitari, pubblici e privati, più prossimi. Il numero 1522 è attivo tutti i giorni, 24 ore su 24, gratuito da rete fissa e mobile, e in più lingue, oltre dieci.

 

Per prevenire e contrastare gli abusi anche in ambito domestico. Attraverso il numero è possibile ricevere ascolto e un primo aiuto da operatrici specializzate. Il servizio è accessibile in tutta Italia anche via app da cellulare o tramite chat sul sito ufficialewww.1522.eu.

 

 

Leggi altre news simili

Banksy ha ucciso la street art. Viva Banksy!

Banksy ha ucciso la street art. Viva Banksy!

27 Febbraio 2024
Stefania Galegati vince il BPER Prize ad Arte Fiera 2024

Stefania Galegati vince il BPER Prize ad Arte Fiera 2024

21 Febbraio 2024
L’Italia raccontata dai francobolli

L’Italia raccontata dai francobolli

21 Febbraio 2024